7 Suggerimenti per la creazione di un sistema di condivisione file all'interno della tua organizzazione

Ecco 7 Suggerimenti per la creazione di un sistema di condivisione file all'interno della tua organizzazione
Schermata 2022-02-17 alle 09.57.57

Internet e le sue opportunità sono un enorme vantaggio per molte aziende in tutti i settori. Ha migliorato il coinvolgimento dei clienti e consente una comoda condivisione dei dati. Le innovazioni hanno aumentato significativamente gli sforzi di collaborazione indipendentemente da dove le persone lavorano fisicamente.

Sebbene la capacità di condivisione dei file sembri essere perfetta, possono sorgere diverse difficoltà. Con questo in mente, è fondamentale esaminare una manciata di considerazioni mentre si integra per la prima volta un sistema di condivisione di file. Poiché più informazioni vengono trasmesse avanti e indietro come parte dei processi aziendali, l’organizzazione deve mantenere una struttura organizzata e sicura.

Se vuoi assicurarti che il sistema di condivisione file si integri perfettamente nella tua organizzazione dando priorità a una buona organizzazione e mantenendo i tuoi file al sicuro, ecco alcuni suggerimenti per creare correttamente un sistema di condivisione file.

#1 Scegli un metodo di condivisione file sicuro

Standardizzare il modo in cui i dipendenti inviano e condividono i documenti garantendo al contempo la privacy e l’integrità dei dati aziendali richiede un metodo di condivisione file sicuro. Oggi, ci sono vari modi per condividere i file sul posto di lavoro. Le opzioni popolari includono:

  • File-Transfer-Protocol (FTP) è stato uno dei modi iniziali per condividere file e continua a essere un metodo affidabile che richiede una finestra del prompt dei comandi.
  • La condivisione di file peer-to-peer (P2P) fa uso di individui che si connettono a una rete e accedono prontamente ai file condivisi degli altri.
  • La condivisione di file nel cloud consente il caricamento di file in una posizione centrale e gli utenti possono accedervi ovunque da qualsiasi dispositivo.
  • La condivisione di file tramite e-mail comporta l’allegato di documenti, ma la maggior parte dei provider limita le dimensioni degli allegati.
  • L’archiviazione esterna come chiavette USB e dischi rigidi esterni consente la condivisione di file se non hai accesso a Internet.

A seconda dei requisiti specifici della tua azienda, la selezione di quella corretta è fondamentale. Se la tua azienda richiede l’invio e la ricezione di fax e desideri rinunciare alla carta, consultare fornitori affidabili di servizi di scansione di documenti, firma digitale e eFax come eFax.com sarebbe un buon punto di partenza per la tua attività.

# 2 Crea una struttura di cartelle logica

A seconda della natura della tua attività, scegli un sistema di archiviazione (ad es. in ordine alfabetico, numerico o in altro modo) che funzioni meglio per la tua attività. Le cose potrebbero sfuggire di mano se non riesci a seguire una struttura durante la creazione e la condivisione di cartelle e file in un’organizzazione. Eventuali incongruenze nei nomi dei file e nelle strutture delle cartelle possono influire negativamente sulla produttività.

Alcune delle pratiche da considerare sono le seguenti:

  • Mantieni la struttura semplice poiché i nomi di file o cartelle complessi saranno difficili da ricordare. Assicurati di creare un sistema con dettagli sufficienti per mantenere tutto organizzato.
  • Evita la cartella all’interno di una pratica cartella. È meglio limitare da tre a cinque cartelle per mantenere tutto semplice.
  • Dopo aver implementato una struttura di file, evitare di modificarla o di consentire eccezioni.

Assicurati che tutto sia chiaro ai tuoi dipendenti. È meglio creare un documento che mostri le linee guida per la condivisione dei file e pubblicarlo in una posizione a cui chiunque possa facilmente accedere. L’approccio può mantenere tutti i dipendenti consapevoli delle regole.

# 3 Implementa una gerarchia di cartelle

A parte la struttura di file o cartelle, è fondamentale sviluppare una convenzione di denominazione efficace. Se non ne hai uno, è probabile che i tuoi dipendenti chiamino i file come vogliono, il che non è l’ideale se vuoi mantenere tutto organizzato. Attenersi a una convenzione di denominazione dei file semplice ma precisa.

Alcune delle migliori pratiche includono quanto segue:

  • Assegna un nome ai file in base alla funzione e al contenuto per consentire ai dipendenti di trovare i file che devono utilizzare comodamente
  • Sii selettivo avendo solo i dati cruciali nei nomi dei tuoi file
  • Mantieni la coerenza evitando qualsiasi modifica o consentendo eccezioni.

# 4 Rivedi e riorganizza i dati esistenti

Dopo aver impostato un sistema efficiente, rivedi i file esistenti e riorganizzali di conseguenza. Ciò consente un accesso facile e veloce ai tuoi file sia per quelli nuovi che per quelli vecchi. Tuttavia, a seconda della piattaforma che utilizzerai, è meglio sfruttare al massimo strumenti aggiuntivi come la codifica dei file per facilitare la ricerca dei file corretti.

A seconda degli strumenti disponibili, assicurati che tutti i dipendenti ne siano a conoscenza. Puoi anche definire una linea guida generale sulla creazione, condivisione e archiviazione di documenti per organizzare i tuoi file. Se possibile, è meglio organizzare sessioni di formazione per migliorare l’efficienza sul posto di lavoro.

# 5 Regola l'accessibilità ai dati

Non tutti nell’organizzazione possono accedere ai dati. Un modo per proteggere i tuoi file e prevenire errori o modifiche indesiderati è creare un sistema che definisca chiaramente chi dovrebbe avere accesso e quali documenti, soprattutto se intendi utilizzare i servizi cloud.

Una buona pratica consiste nel determinare le persone che possono modificare i documenti o impostare limiti alla sola visualizzazione o all’accesso ai commenti. L’impostazione delle autorizzazioni è una tecnica eccellente per limitare l’accesso ai dati trasferiti digitalmente. Questa strategia è un modo per assicurarti il ​​controllo totale sull’accessibilità dei dati vitali.

Con questo metodo, puoi revocare l’accesso ai file dopo la condivisione, limitando il tempo in cui gli altri possono accedervi anche dopo averli scaricati.

# 6 Migliora gli sforzi collaborativi

A seconda del sistema di condivisione file che utilizzerai, consente ai dipendenti di collaborare in modo efficiente all’interno dell’organizzazione.

Prendi in considerazione l’implementazione di controlli di accesso e password per proteggere i dati, soprattutto se è necessario condividere file con persone esterne all’organizzazione. Inoltre, poiché oggigiorno varie piattaforme offrono opzioni che consentono una facile collaborazione, come commenti o notifiche, è necessario trarne il massimo per una migliore produttività.

# 7 Corretta implementazione del sistema di condivisione file

L’implementazione di un sistema di condivisione di file in un’organizzazione richiederebbe a tutti i dipendenti di comprendere appieno la posta in gioco. Possibile fuga di dati può verificarsi se i dipendenti non seguono attentamente le linee guida. Ricorda che devono sapere come funziona il servizio, soprattutto durante il caricamento e il download di file. Inoltre, dovrebbero anche essere consapevoli dei loro limiti per quanto riguarda l’accesso a file specifici.

Sarebbe meglio comunicare il motivo dell’utilizzo del sistema di condivisione file. Per implementare in modo efficiente questo sistema di condivisione file, puoi:

  • Impostare le regole sulla proprietà dei file, le autorizzazioni e i livelli di accesso dei file, soprattutto se sono solo all’interno dell’organizzazione
  • Comunica con i tuoi dipendenti e stabilisci le aspettative sulle nuove procedure di condivisione dei file
  • Fornisci formazione e aggiornamenti continui ai tuoi dipendenti.

Pensieri finali

Con il giusto sistema di condivisione file, può fare miracoli per aumentare l’efficienza, la collaborazione e la produttività della tua organizzazione. Prima di configurare un sistema di condivisione di file in grado di soddisfare le esigenze specifiche della tua azienda, assicurati di trovare il modo per ottenere il massimo dal sistema osservando le migliori pratiche per renderlo un elemento cruciale per aumentare l’efficienza complessiva della tua organizzazione.

Fonte: Steelkiwi