Flutter nel 2022: strategia e roadmap

Le aree di interesse per Flutter

Ogni anno, come altri grandi team di Google, eseguiamo un processo di pianificazione per definire i nostri obiettivi e le aree di interesse per il prossimo anno. Normalmente, i team di prodotto custodiscono attentamente questi documenti, poiché possono contenere informazioni sensibili dal punto di vista commerciale o riguardare aree di vantaggio competitivo. Tuttavia, come progetto open source, riteniamo che la trasparenza sia una virtù: consente una maggiore fiducia nel nostro futuro e nella nostra direzione e consente agli altri di fare progetti con maggiore chiarezza su come i loro investimenti possono connettersi ai nostri.

Pertanto, oggi condividiamo per la prima volta il nostro documento di strategia annuale con la comunità in generale. In questo documento esprimiamo la nostra missione, condividiamo alcuni principi guida e descriviamo i principali investimenti che prevediamo di intraprendere nel prossimo anno. Per necessità, ci sono alcune redazioni minori (come dati sensibili dal punto di vista commerciale o riferimenti a prodotti non annunciati), ma riteniamo che ciò fornisca una buona panoramica dei nostri piani. Questo documento strategico dovrebbe essere letto insieme alla roadmap ingegneristica sul nostro wiki, che aggiunge ulteriori dettagli sulle funzionalità su cui stiamo lavorando.

Una nota importante sull’uso della parola “noi” nelle frasi precedenti, che può essere letta come “coloro che pagano Google per lavorare su Flutter”. Flutter è il lavoro di molti contributori all’interno e all’esterno di Google. Sebbene Google sia il più grande sponsor misurato in base al numero di contributori pagati, non è l’unico contributore. Nell’ultimo anno, migliaia di persone hanno contribuito al progetto con la loro proprietà intellettuale e il loro lavoro, da individui a grandi aziende come Canonical, Microsoft, ByteDance e Alibaba.

Pertanto, mentre il documento di strategia descrive gli investimenti che Google sta facendo e condivide la logica alla base di tali decisioni, non intende porre limiti al modo in cui gli altri contribuiscono a Flutter. Ci auguriamo che il nostro lavoro sia ben allineato con le esigenze della comunità in generale, ma prevediamo che uno dei vantaggi della condivisione di questo documento è che gli altri vedranno opportunità per i propri investimenti, sia basandosi sul lavoro che Google prevede di contribuire, sia riempimento di aree a cui non diamo la priorità.

Alcuni esempi di questo includono il lavoro che Sony sta facendo su Linux embedded; gli investimenti che Toyota e altre aziende automobilistiche stanno facendo sull’utilizzo di Flutter in Automotive Grade Linux e lavorano da Samsung e altri per portare Flutter su Tizen. Sebbene nessuno di questi lavori sia elencato nel nostro documento strategico, fa parte del progetto Flutter, proprio come qualsiasi codice fornito da Google. E, naturalmente, ci sono decine di migliaia di pacchetti che si basano sul framework, la stragrande maggioranza dei quali proviene da sviluppatori esterni a Google.

Un’ultima dichiarazione di non responsabilità: la nostra strategia probabilmente si evolverà nel tempo man mano che continuiamo a impegnarci con la comunità e man mano che le priorità e le strategie aziendali cambiano. Di conseguenza, nulla qui dovrebbe essere visto come un impegno vincolante, anche se intendiamo seguirlo come nostra guida.

Post Correlati