10 funzioni in-built di Python che dovresti conoscere

Python è uno dei linguaggi di programmazione più redditizi. Secondo una ricerca, nel 2020 c’erano circa 10 milioni di sviluppatori Python in tutto il mondo e il conteggio aumenta di giorno in giorno. Fornisce facilità nella creazione di una miriade di applicazioni, processi di sviluppo Web e molto altro ancora. Quando si tratta di rendere un programma breve e chiaro, utilizziamo funzioni integrate che sono un insieme di istruzioni che svolgono collettivamente un’attività. L’utilizzo di funzioni integrate in un programma lo rende vantaggioso in molti modi, ad esempio:

  • Lo rende meno complesso.
  • Migliora la leggibilità.
  • Riduce i tempi di coding e di debug.
  • Consente il riutilizzo del codice.

Pertanto, svolge un ruolo importante nello sviluppo di un’applicazione. In Python 3 abbiamo 68 funzioni integrate, alcune delle quali sono elencate di seguito:

1) Append

Questo metodo aggiunge un elemento alla fine dell’elenco esistente, della tupla o di qualsiasi altro insieme. Quindi, la lunghezza dell’elenco viene aumentata di uno. Possiamo aggiungere un elemento all’elenco e anche elencare un elenco. Aggiunge qualsiasi tipo di dati che deve essere aggiunto alla fine dell’elenco. Ha complessità temporale: O (1).

Sintassi:

append (item)

dove “item” si riferisce all’item da aggiungere all’elemento esistente.

Per esempio:

a=[“apple”,” banana”,” mango”,” grapes”]

a.append(“orange”)

print(a)

Output:

[“apple”,” banana”,” mango”,” grapes”,” orange”]

2) reduce ()

La funzione reduce() applica una funzione di due argomenti collettivamente su un elenco di oggetti in successione da sinistra a destra per ridurlo a un valore. È definito in una libreria functools. Funziona meglio del ciclo for.

Sintassi:

reduce(function, iterable)

dove, funzione si riferisce alla funzione che verrà utilizzata in un programma e iterabile si riferisce al valore che verrà ripetuto nel programma.

Per esempio:

From functools import reduce

Def sum(a, b):

res=return (sum, [1,2,4,5])

print res

Output:

12

3) slice ()

Questa funzione restituisce l’oggetto affettato da un determinato insieme di elementi. Ti consente di accedere a qualsiasi insieme di sequenze sia che si tratti di tupla, elenco o set. La complessità temporale della fetta () è O (n).

Sintassi:

slice(start, stop, step)

dove start si riferisce all’indice iniziale da cui devi copiare, stop si riferisce all’indice fino al punto in cui vuoi tagliare e step si riferisce al conteggio di cui vuoi saltare.

Per esempio:

a=”Hello World”

y=slice(2,4,1)

print(y)

Output:

lo

4) sorted ()

Questa funzione ordina l’elemento specificato nell’ordine specificato (crescente o decrescente). L’insieme di elementi potrebbe essere una lista, una tupla e un dizionario. La complessità temporale della funzione ordinata è O (n.logn).

Sintassi:

sorted(set of elements)

dove un insieme di elementi si riferisce agli elementi che devono essere ordinati.

Per esempio:

a=[1,7,3,8]

y=sorted(a)

print(y)

Output:

[1,3,7,8]

5) split ()

Questo metodo suddivide la stringa in un elenco di sottostringhe, in base al separatore specificato. Restituisce le stringhe come un elenco. Per impostazione predefinita, lo spazio bianco è il separatore. La complessità temporale di split() è O (n).

Sintassi:

split(separator)

dove separatore si riferisce al valore che deve essere separato dalla sequenza data.

Per esempio:

a=”HelloWorld”

y=a.split(‘l’)

print(y)

Output:

[‘He’,’oWor’,’d’]

6) eval ()

La funzione eval() valuta l’espressione data sia che si tratti di un’espressione matematica o logica. Se una stringa viene passata attraverso di essa, analizza la funzione, la compila in bytecode e quindi restituisce l’output. Poiché gli operatori non hanno complessità temporale, quindi eval non ne ha una.

Sintassi:

eval (expression)

dove l’espressione potrebbe essere qualsiasi operazione come matematica o logica.

Per esempio:

x=6

y=eval(‘x*8’)

print(y)

Output:

48

7) bin ()

Questa funzione converte un numero intero in una stringa binaria con il prefisso 0b. Inoltre, l’intero passato potrebbe essere negativo o positivo. La sua complessità temporale per un numero n è O (log (n))

Sintassi:

bin (integer)

dove il numero intero è qualsiasi valore passato per ricevere la sua forma binaria.

Per esempio:

print(bin(8))

Output:

0b1000

3) slice ()

Questa funzione restituisce l’oggetto affettato da un determinato insieme di elementi. Ti consente di accedere a qualsiasi insieme di sequenze sia che si tratti di tupla, elenco o set. La complessità temporale della fetta () è O (n).

Sintassi:

slice(start, stop, step)

dove start si riferisce all’indice iniziale da cui devi copiare, stop si riferisce all’indice fino al punto in cui vuoi tagliare e step si riferisce al conteggio di cui vuoi saltare.

Per esempio:

a=”Hello World”

y=slice(2,4,1)

print(y)

Output:

lo

8) map ()

Questa funzione restituisce un oggetto mappa (che è un iteratore) dei risultati dopo aver applicato la funzione data a ogni elemento di un dato iterabile (elenco, tupla, ecc.). Applica una funzione a tutti gli oggetti in un elenco. Il tempo di complessità della funzione map() è O(n).

Sintassi:

map(function, iterable)

dove function si riferisce alla function che verrà utilizzata in un programma, iterable si riferisce al valore che verrà ripetuto nel programma.

Per esempio:

def add(x):

return x+2

x = map(add, (3, 5, 7, 11, 13))

print (x)

Output:

(2,7,9,13,15)

9) filter ()

Questa funzione crea un nuovo iteratore da uno esistente (come un elenco, una tupla o un dizionario) che filtra gli elementi. Verifica se la condizione data è disponibile nella sequenza o meno e quindi stampa l’output. La complessità temporale della funzione di filtro è O (n).

Sintassi:

filter(function, iterable)

dove funzione si riferisce alla funzione che verrà utilizzata in un programma, iterable si riferisce al valore che verrà ripetuto nel programma.

Per esempio:

c = [‘Ant’,’Lizard’,’Mosquito’,’Snake’]

def vowels(x):

return x[0].lower() in ‘aeiou’

items = filter(vowels, c)

print(list(items))

Output:

[‘Ant’]

10) exec ()

Questa funzione esegue la condizione data e stampa l’output nell’espressione python. Esegue il programma in modo dinamico La funzione Python exec() esegue il programma creato dinamicamente, che è una stringa o un oggetto di codice. Se è una stringa, viene analizzata come un’istruzione Python e quindi eseguita; in caso contrario, si verifica un errore di sintassi.

Sintassi:

exec(object[, globals[, locals]])

dove l’oggetto può essere una stringa o un codice oggetto, i globali possono essere un dizionario e il parametro è facoltativo e i locali possono essere un oggetto di mappatura e sono anche facoltativi.

Per esempio:

exec(print(sum(2,8)))

Output:

10

Quindi da adesso hai le informazioni su 10 funzioni in-built in Python. Con queste funzioni, puoi semplificare molto le applicazioni complesse. Usale ogni volta che lavori su qualsiasi applicazione Python.

Post Correlati