I linguaggi di programmazione più richiesti nel 2021

Coding Dojo ha pubblicato la sua revisione annuale delle competenze del linguaggio di programmazione più ricercate dai datori di lavoro.

Coding Dojo ha pubblicato la sua revisione annuale delle competenze del linguaggio di programmazione più ricercate dai datori di lavoro.

Per la sua ricerca, Coding Dojo perlustra il sito di annunci di lavoro Indeed. L’azienda esamina quali lingue compaiono di più nelle descrizioni dei lavori e confronta la loro prevalenza con gli anni precedenti per identificare le tendenze che potrebbero darti un vantaggio.

Python ha mantenuto la sua leadership nel 2021 come il linguaggio che è emerso nella maggior parte (~ 70.500) descrizioni di lavoro. A completare i primi cinque ci sono SQL (~69.000), Java (~59.000), R (~56.000) e Visual Basic (~54.000).

JavaScript ha avuto un anno difficile, scendendo al sesto posto con circa 50.000 descrizioni di lavoro che menzionano la lingua.

La domanda di quasi tutte le lingue è diminuita rispetto al 2020 (quando la maggior parte delle lingue osservate ha raggiunto il picco).

Ad esempio, Python, nonostante mantenga il suo vantaggio complessivo, è sceso da circa 74.000 posti di lavoro nel 2020 a circa 70.500 nel 2021.

Tuttavia, la domanda per la maggior parte delle lingue è rimasta al di sopra dei livelli precedenti al 2020.

In tutte le lingue recensite da Coding Dojo, solo la domanda di Visual Basic e R è cresciuta nel 2021 rispetto al 2020. Ciò è avvenuto a scapito di JavaScript; che è stato spostato in classifica.

Un altro motivo della ridotta domanda di JavaScript nel 2021 è probabilmente dovuto alla crescente domanda di TypeScript.

Jonathan Sandals, Content Marketing Strategist di Coding Dojo, ha scritto in un post sul blog:

“Mentre esaminiamo le migliori lingue del settore, guardiamo anche a ciò che sta accadendo sotto la superficie. E due nomi sono emersi forti: TypeScript e Kotlin.

Tra le altre lingue che controlliamo, queste due hanno registrato un aumento significativo. Entrambi avevano migliaia di posti di lavoro in più rispetto allo scorso anno, nonostante la pandemia. Loro, come Visual Basic e R, sembrano beneficiare sorprendentemente della pandemia”.

Sebbene sembri che la domanda di competenze di programmazione sia aumentata durante la pandemia nel 2020, è sembrato che si sia leggermente raffreddata nel 2021.

Nonostante le continue incertezze globali, un graduale ritorno a un certo grado di normalità quest’anno sembra portare a un aumento della domanda.

Ecco i primi 10 linguaggi di programmazione nel 2022 (in base al numero di posti di lavoro aperti a tempo pieno) finora:

Java: 89.365 posti di lavoro (#3 nel 2021)
Python: 76.634 (#1)
SQL: 66.981 (#2)
Javascript: 58.947 (#6)
C++: 46.143 (#7)
C#: 43.546 (#8)
C: 40.212 (precedentemente non classificato)
GO: 39.048 (precedentemente non classificato)
Ruby: 14.653 (#10)
Assembly: 11.239 (precedentemente non classificato)

Il più notevole è il primo posto, dove Java ha superato Python superandolo di oltre 12.000 posizioni aperte. JavaScript è riuscito a risalire dal sesto al quarto posto mentre R e Visual Basic sono stati espulsi dalla top 10.

Tuttavia, la statistica più incoraggiante per l’anno a venire è che il totale dei posti di lavoro disponibili tra i primi 10 linguaggi di programmazione per programmatori a tempo pieno è aumentato del 6% da 459.000 nel 2021 a 486.500 nel 2022.

Post Correlati